La Mondina: la lavoratrice della risaia

  torna alle news

La Mondina: la lavoratrice della risaia

 
  
23 January 2017

Uno dei principali lavori svolti in risaia alla fine del 1800 e in parte del secolo scorso era quello della mondina. Il suo compito era quello di mondare la risaia, ovvero togliere le piante infestanti che mettevano a rischio la crescita del riso. Inoltre la mondina trapiantava le piantine di riso in risaia.

Il duro lavoro della mondina

La mondina restava per lungo tempo con le gambe nell’acqua e piegata sulla schiena: ciò faceva della monda (dal verbo mondare, ovvero pulire) uno dei lavori più pesanti in agricoltura. Le mondine passavano ore in risaia in compagnia di serpenti, topi, sanguisughe e insetti. Per proteggersi dal sole indossavano cappelli di paglia a tesa larga e lunghi manicotti per limitare anche le punture delle zanzare. Negli stessi manicotti nascondevano le rane catturate in risaia per poterle friggere e mangiare poi la sera. Il lavoro delle mondine era diffuso in alcune regioni del Nord Italia e soprattutto in Piemonte. Spesso queste giovani donne, a volte poco più che bambine, arrivavano dal Veneto, dall’Emilia Romagna e dalla Lombardia con il proprio piccolo bagaglio: una cassetta che conteneva tutto quanto loro necessario per l’intera stagione di lavoro.

Un gruppo di mondine alla Fiera del Riso

Le battaglie sociali della mondina

Nonostante provenissero da ceti sociali poveri, le mondine hanno dimostrato grande dignità, combattendo battaglie sociali per veder riconosciuti i propri diritti di lavoratrici. Le difficili condizioni di lavoro imposte dai grandi proprietari terreni erano spesso, inoltre, i temi dei canti che le mondine stesse inventavano e che sono famosi ancora oggi. Le mondine divennero ancor più popolari dopo l’uscita, nel 1949, del film “Riso Amaro” del regista Giuseppe De Santis e con protagonista Silvano Mangano.

Oggi i prodotti per l’agricoltura e la moderna risicoltura hanno sostituito il duro lavoro in risaia fatto dalle mondine.

Durante la seconda domenica della Fiera del Riso celebriamo le mondine di Isola della Scala, le ultime testimoni rimaste del passato in risaia, con una sfilata in costumi d’epoca a loro dedicata.